Indietro alla home del blog

INSACCO: UN GIOIELLO DI SISTEMA

20 agosto 2015

INSACCO: UN GIOIELLO DI SISTEMA

La produzione aumenta, i tempi di fermo diminuiscono

La crescente domanda mondiale del suo granato industriale di alta qualità ha comportato la necessità per GMA Garnet Group (GMA) di disporre di un'insaccatrice moderna. Di conseguenza, l'azienda specializzata nell'estrazione e nella lavorazione del granato con sede a Perth, nell'Australia occidentale, ha installato un’attrezzatura Premier Tech Chronos per aumentare la produttività, ridurre i tempi di fermo e minimizzare la manutenzione.


Forte domanda

Il granato industriale è un minerale duro utilizzato nel taglio a getto d'acqua e come sostituto economico e ad alte prestazioni della sabbia silicea e delle scorie metalliche per la sabbiatura. Il granato è inoltre utilizzato per la pulizia dei tubi di estrazione del petrolio, un’applicazione per la quale l'uso è in forte crescita insieme alle attività relative all'industria del petrolio e del gas.

La durezza e la bassa friabilità che rendono il granato industriale efficace per la sabbiatura e il taglio (nella scala di Mohs la sua durezza si colloca tra 6,5 e 7,5 e in quella di Knoop risulta essere da due a quattro volte più duro delle scorie e della sabbia silicea) significano che non produce troppa polvere durante la lavorazione e la movimentazione, il che costituisce un vantaggio aggiuntivo rispetto alla sabbia e alle scorie. Tutte queste caratteristiche attraggono i clienti di GMA,
tanto da richiedere un'alta produttività per soddisfare la loro domanda. Ed è proprio ciò che GMA si aspettava dalla nuova attrezzatura.

Forte uniformità

È stato installato un contenitore di controllo di livello DS-LCB326 per introdurre il materiale nelle nuove imballatrici a flusso forzato (pneumatiche) DS-725NXT. I livellostati del contenitore mantengono il materiale entro una determinata gamma, producendo una prevalenza costante sulle imballatrici pneumatiche per una densità uniforme del materiale e un riempimento più pulito e più preciso. Il contenitore di controllo assicura inoltre un tempo di permanenza del materiale prima di essere introdotto nell'insaccatrice. Tale tempo di permanenza consente a molti tipi di materiale, compreso il granato di GMA, di disaerarsi all'interno del contenitore. Di conseguenza, il materiale presenta una densità apparente più uniforme quando viene introdotto nell'imballatrice. Una prevalenza e una densità apparente uniformi del materiale sono fattori chiave che consentono all'imballatrice pneumatica di riempire i sacchi in modo veloce e preciso, spiega Gary Ritter, Sales Manager di Premier Tech Chronos.

Le imballatrici pneumatiche soddisfano perfettamente l'esigenza di una pesatura dei sacchi affidabile e precisa, essendo dotate di una valvola di arresto a manicotto che assicura un controllo di precisione “bulk-and-dribble” (grosso quantitativo seguito da uno più piccolo) della velocità di avanzamento del materiale durante il riempimento di polveri fini, fiocchi, pellet e granuli con particelle da 3/8” o più piccole, che queste imballatrici insaccano ad una velocità massima di 10 sacchi al minuto per boccasacco. Grazie all'ingombro ridotto dell'insaccatrice è stato possibile installare più unità di imballaggio sotto un'unica tramoggia al fine di garantire ritmi di produzione più elevati.

Poiché il granato è abrasivo, era fondamentale ridurre al minimo il numero di elementi mobili della macchina nel percorso di scorrimento del materiale per minimizzare la manutenzione dell’attrezzatura e i relativi tempi di fermo, e massimizzare al tempo stesso la durata di vita della macchina. Questo requisito è stato soddisfatto tramite la configurazione inserimento/impilaggio, che non prevede alcun elemento mobile nel percorso di scorrimento. Il riempimento è stato ulteriormente migliorato grazie all'installazione delle soffianti Roots DS-45URAI, che assicurano all'insaccatrice un flusso omogeneo di aria a bassa pressione che fluidifica il materiale al fine di garantire un movimento omogeneo costante attraverso l'insaccatrice fino ai sacchi.


Prima dell'ammodernamento della linea di insacco, i sacchi vuoti venivano applicati sui tubi di riempimento da un applicatore automatico la cui velocità non era in grado di stare al passo con la domanda o di eguagliare la velocità dell'applicatore robotizzato di sacchi vuoti DS-RA. Con l'installazione del nuovo robot, l'operatore deve solo ricaricare il magazzino di sacchi vuoti di tanto in tanto. In tal modo, l'operatore è libero di dedicarsi a un'altra attività a valore aggiunto. Il robot è particolarmente adatto a questa applicazione in quanto il materiale abrasivo non intacca i suoi giunti sigillati.

Una volta riempito, il sacco viene scaricato dall'imballatrice pneumatica sul nastro trasportatore DS-860C, progettato per ammortizzare la caduta del sacco sullo stesso trasportatore. Quest'ultimo trasporta i sacchi fino al nastro trasportatore con piano di scorrimento DS-850C, che allinea i singoli sacchi e li trasferisce ai trasportatori a valle per le operazioni successive come l'appiattimento dei sacchi e la verifica del peso. Entrambi i trasportatori sono stati personalizzati con dei nastri di gomma in grado di resistere alla natura abrasiva del materiale insaccato, considerata l'eventualità che una piccola quantità di materiale possa fuoriuscire dalla valvola dei sacchi riempiti quando vengono scaricati dall'imballatrice. Per i clienti che non ammettono alcun tipo di fuoriuscita, è disponibile un sistema di sigillatura dei sacchi a ultrasuoni. 

Sfida

La sfida principale di questo progetto consisteva nell'integrazione della nuova attrezzatura in quella esistente a monte e a valle, oltre a garantire che i dispositivi di sicurezza della nuova attrezzatura soddisfacessero i requisiti dell'ente australiano di normazione per la sicurezza. Premier Tech Chronos ha fornito la documentazione dettagliata necessaria all'installazione da parte di appaltatori locali, mantenendo un scambio di informazioni durante tutte le fasi del progetto. “La messa in servizio dell'unità è avvenuta sotto la guida di un tecnico molto competente dell'assistenza di Premier Tech Chronos ed è stata eseguita con successo”, ricorda Amanda Gundry, General Manager Midwest Operations di GMA.

Attrezzati per competere

Nel mese di giugno del 2015, l'U.S. Geological Survey ha definito il mercato del granato industriale “molto competitivo”, con previsioni di continua crescita della domanda come avvenuto dall'ultima recessione mondiale.

Ciò è di buon auspicio per GMA, ora che la nuova attrezzatura ha migliorato la gestione dell'azienda e la sua capacità di soddisfare le aspettative dei clienti. Gundry segnala che la nuova linea di insacco ha “aumentato la produttività e ridotto i tempi di fermo [che erano] dovuti a problemi di manutenzione con la vecchia... insaccatrice”. Inoltre, aggiunge che “è anche migliorata l'uniformità della velocità di avanzamento del materiale, che ha a sua volta migliorato l'efficienza”, dal momento che vengono respinti meno sacchi dall'unità di palettizzazione.

Ma soprattutto, GMA ha notato un aumento della soddisfazione dei suoi clienti? “Sì”.

 

Articolo successivo